FAVOLA: IL REUCCIO GAMBERINO

La favola il Reuccio Gamberino di Guido Gozzano, da leggere ai tuoi bambini e imparare la morale. Le più belle storie e racconti per bambini scritti da Guido Gozzano.

VIDEO FAVOLA
IL REUCCIO GAMBERINO di GUIDO GOZZANO

Non vi sono video per questa favola.

Il presente sito non contiene video, ma se conosci qualche link esterno con il video della favola 'il Reuccio Gamberino' di 'Guido Gozzano', puoi segnalarcelo scrivendoci , sarà inserito qui come link esterno.
 
NOTIZIE SULLA VITA DI
GUIDO GOZZANO
Gozzano Guido, poeta italiano (Agliè, Torino, 1883-1916). Laureato in legge, fu esponente della corrente poetica che, per i toni nostalgici, smorzati e tenui e per l'atteggiamento malinconico di fronte alla vita, fu detta crepuscolarismo.
Di natura irrequieta e perennemene insoddisfatta, si sentiva attratto da mondi lontani, nei quali la sua anima e il suo corpo (fu colpito dalla tubercolosi) potessero ritrovare la serenità e la salute.
Fu il poeta delle «piccole cose», interprete di una sensibilità patetica e venata di triste ironia.
La sua fama è legata soprattutto alla produzione lirica, il cui linguaggio presenta, accanto alle forme classiche, espressioni e modi tratti dalla quotidianità: "La via del rifugio" (1907), "Colloqui" (1911), "Poesie" (postumo, 1973).
Ha lasciato delle impressioni intorno al suo viaggio in India e a Ceylon (1912-13), "Verso la cuna del mondo" (1917), che rivela le doti narrative dell'autore.
Della sua relazione con la poetessa A. Guglielminetti resta un epistolario, "Lettere d'amore" (pubblicato nel 1951).


 

FAVOLA IL REUCCIO GAMBERINO
Tre giorni ancora e il Reuccio Sansonetto compiva diciott'anni, età che, secondo le leggi del regno, gli permetteva di togliere moglie.
Egli stava ad una loggia del palazzo reale, raggiante ed impaziente di sposare Biancabella reginetta di Pameria, con la quale era fidanzato fin dall'infanzia.
Ingannava il tempo mangiando ciliege e scagliando i noccioli sui passanti, con una piccola fionda.
I beffati alzavano il volto incolleriti, ma l'inchinavano tosto, ossequiosi, appena riconoscevano il reale schernitore.
E il Reuccio rideva e i cortigiani ridevano con lui.
Passò una vecchina dai capelli candidi, dal naso enorme e paonazzo e il Reuccio cominciò a berteggiarla:
- Oh, comare Peperona! Oh, comare Peperona!...
E come l'ebbe a tiro la colpì con un nocciolo sul naso.
La vecchietta si grattò il naso dolente, si chinò tremante, raccolse, strinse il nocciolo tra il pollice e l'indice e lo rinviò all'erede al trono.
Le grida sdegnate della Corte scagliarono cento guardie sulle tracce della strega Nasuta, ma quella aveva svoltato l'angolo della via, ed era scomparsa.
Al tocco aspro del nocciolo il Reuccio Sansonetto vacillò, come preso da vertigini; poi cominciò a ridere, premendosi gli orecchi con le mani.
I cortigiani lo guardavano sbigottiti ed inquieti:
- Che cosa vi sentite?
- Sento...
sento...
E il Reuccio rideva, rideva senza poter rispondere.
- Che cosa vi sentite?
- Sento...
sento il tempo che va indietro! Il tempo che va indietro! Che cosa buffa! Ah, se provaste! Che cosa buffa!...
La Corte lo credeva ammattito.
Quando poi fece per muoversi e lo videro camminare a ritroso, tutti scoppiarono dalle risa.
- Reuccio, che cosa è questo?
- E'...
è che non posso più andare avanti!...
E rideva, e per quanto tentasse di avanzare il piede non gli riusciva di fare un passo innanzi, ed era costretto a retrocedere come un gambero.
Poi riprendeva a premersi gli orecchi, a chiudere gli occhi, come preso da vertigini.
- Il tempo che va indietro! che strano effetto, che cosa buffa, amici miei!...
E i cortigiani ridevano ed egli rideva con loro...
E tutti lo credevano ammattito.


Vedi tutte le favole di Guido Gozzano
 

LE ALTRE FAVOLE DI GUIDO GOZZANO


Le favole più belle di Guido Gozzano
il Re Porcaro • 
 
:: PRIVACY :: SCRIVICI ::
Il materiale contenuto nel presente sito www.FiabeBambini.it è di proprietà dei rispettivi autori. E' possibile richiedere la rimozione di testi o immagini scrivendo alla redazione di FiabeBambini.it. Eventuali video non sono contenuti sul nostro sito ma vengono linkati da siti esterni.