FAVOLE DI JEAN DE LA FONTAINE

Raccolta delle favole di Jean de La Fontaine, il grande poeta e favolista francese, imitatore di Fedro e Esopo.



CHI ERA JEAN DE LA FONTAINE?
Jean de La Fontaine scrittore e poeta francese nacque a Château-Thierry l'8 luglio del 1621 e morì a Parigi il 13 apriledel 1695, autore di celebri favole con sempre una chiara morale da apprendere. Le sue favole, come quelle più classiche greche e latine, sono popolate da animali parlanti ma ricche di riferimenti critici e ironici al potere, sono caratterizzate da uno stile allo stesso tempo raffinato e semplice, e vengono considerate capolavori della letteratura francese.
La Fontaine si presenta come il continuatore di Esopo e Fedro ed il discepolo di Epicuro; ha spesso intenzioni morali e la satira e il contrasto sono fra i suoi metodi preferiti.
La morte è uno degli elementi ricorrenti nelle Favole, in associazione al diritto del più forte, senza però trascurare il senso di solidarietà e di pietà verso gli infelici.

  Ci sono 240 favole di Jean de La Fontaine

  I LADRI E L'ASINO
Due Ladri avean rubato un Somarello e a pugni il disputavan fra di loro: quand'ecco sul più bello un terzo sopraviene, che piglia Orecchialunga e se lo tiene.
Dei piccoli paesi ecco la storia, che sono alla balìa di questo...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  I LUPI E LE PECORE
Dopo mill'anni di spietata guerra Pecore e Lupi fecero la pace, e fu un atto bellissimo fraterno: perchè se ai Lupi piace qualche volta mangiar le pecorelle, dei Lupi colla pelle fanno i pastori gli abiti da inverno.
Quell...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  I MEDICI
Dottor Nero e dottor Rosa d'un malato accanto al letto fra di loro disputavano: - Malattia pericolosa, - l'un dicea.
- Faccenda seria! Il malato per mio conto è già spacciato.
- Al contrario, dottor Nero, - dicea l...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  I PESCI E IL PASTORE
Con voci e con accordi che avrian commossi i sordi, Tirsi l'amore della sua diletta unica Annetta in riva a un fiumicel, almo soggiorno d'ogni auretta gentil, cantava un giorno.Annetta intanto in riva al fiumicello getta... CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  I PESCI E LO SMERGO
Non v'era stagno in tutto il vicinato in cui lo Smergo a lungo non avesse col suo becco pescato.
Pescaie e chiuse a lui facean la spesa della cucina allegramente bene, ma quando nelle vene per vecchiezza gelò nell'ani...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  I TOPI E IL GUFO
Non bisogna creder mai di contar cose sublimi alla gente.
Come vuoi che ognuno estimi egualmente tutto ciò che tu dirai?Una prova assai sincera noi l'abbiamo in questa istoria, che sembrar può inverosimile ed è vera.Abbatt...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  I VANTAGGI DEL SAPERE
Un uomo ricco, un asinaccio ritto, soleva dire a un suo vicin stracciato (e stracciato vuol dire letterato) che il ricco sol di vivere ha diritto.
- Al ricco deve fare di cappello, - ei ripeteva, - ogni fedel corbello, non sol,...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  IL BAROCCIAIO
Al Fetonte d'un gran carro di fieno un dì cadde il baroccio in una forra.
Intorno non v'è gente che il soccorra e il luogo è un non ameno deserto in mezzo ad una prateria nella bassa provincia di Pavia.
Si dice che...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  IL BASCIÀ E IL MERCANTE
Col segreto favor d'un gran Bascià, in oriente un greco Mercatante faceva affari d'oro, e poi che costa cara d'un alto protettor la grazia, pagava il protettor non da mercante ma da bascià...
Ma paga e paga e pag...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  IL BOSCAIOLO E MERCURIO (AL SIGNOR C. D. B.)
All'opra mia, Signor, norma e misura diedi il vostro gentil senso del bello, a cui spiace dell'arte ambiziosa i fronzoli e gl'inutili ornamenti.
La penso anch'io così.
Guasta dell'arte, per troppa vo...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA



« Pag.prec  1  2  3  
4
 5  6  7  8  9  10  11  12   Pag.succ» Ultima »»
Stai visualizzando la Pagina  4  su   24 pagine totali
  Torna alla Home
 
:: PRIVACY :: SCRIVICI ::
Il materiale contenuto nel presente sito www.FiabeBambini.it è di proprietà dei rispettivi autori. E' possibile richiedere la rimozione di testi o immagini scrivendo alla redazione di FiabeBambini.it. Eventuali video non sono contenuti sul nostro sito ma vengono linkati da siti esterni.