FAVOLE DI JEAN DE LA FONTAINE

Raccolta delle favole di Jean de La Fontaine, il grande poeta e favolista francese, imitatore di Fedro e Esopo.



CHI ERA JEAN DE LA FONTAINE?
Jean de La Fontaine scrittore e poeta francese nacque a Château-Thierry l'8 luglio del 1621 e morì a Parigi il 13 apriledel 1695, autore di celebri favole con sempre una chiara morale da apprendere. Le sue favole, come quelle più classiche greche e latine, sono popolate da animali parlanti ma ricche di riferimenti critici e ironici al potere, sono caratterizzate da uno stile allo stesso tempo raffinato e semplice, e vengono considerate capolavori della letteratura francese.
La Fontaine si presenta come il continuatore di Esopo e Fedro ed il discepolo di Epicuro; ha spesso intenzioni morali e la satira e il contrasto sono fra i suoi metodi preferiti.
La morte è uno degli elementi ricorrenti nelle Favole, in associazione al diritto del più forte, senza però trascurare il senso di solidarietà e di pietà verso gli infelici.

  Ci sono 240 favole di Jean de La Fontaine

  ALLA SIGNORA DI MONTESPAN
È la Favola un dono degli Dèi, o se mortale fu quei che pel primo il bel dono trovò, ben d'un altare egli è degno e dovrìan tutti i mortali a tanto saggio offrir culto divino.
La Favola davver è un dolce incanto, per cui ...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  BATTAGLIA DI TOPI E DI DONNOLE
Se penetrar le Donnole potesser nelle strette casupole dei Topi, vedreste quelle bestie in men d'un'ora fare di lor polpette, tanto è l'odio che sempre le divora.
Un anno che sul numero potè contar de' suoi ...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  CHI CORRE DIETRO ALLA FORTUNA E CHI L'ASPETTA IN LETTO
Ognun si affanna a correre sull'orme della Fortuna, inutilmente.
In luogo esser vorrei dove la turba passa di questi irrequieti cortigiani, che la Diva volubile del caso di terra in terra inseguono e sul punto d'affer...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  CONTRO GL'INCONTENTABILI
Se avesse al nascer mio Calliope istessa presieduto, e parlasse in me la Musa, ancora io canterei queste d'Esopo belle menzogne, chè fu sempre il verso in tutti i tempi alla menzogna amico.
Ma non mi credo già tanto ad Apo...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  DAFNI E ALCIMADURI (ALLA SIGNORA DE LA MÈSANGÈRE)
O figliuola gentil d'una gentile madre, per cui son teneri e devoti oggi ancor mille cori (e qui non conto i rispettosi amici e quei che in petto celan la fiamma d'un segreto amore), tra l'una e l'altra voglio ... CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  DEMOCRITO E GLI ABDERITI
Sempre in uggia mi fu l'ingiusto e scempio e temerario giudicar del volgo, che sol da sè piglia misura e legge e le cose di false ombre confonde.
Ben ne fece a' suoi dì l'esperimento d'Epicuro il maestro, a ...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  EPILOGO
Alla riva così d'un'onda pura la Musa nel linguaggio degli dèi tradusse ciò, che gli animali miei innanzi al cielo esprimono colla rozza favella di natura.
Interprete di popoli diversi io li feci parlar, come si vedon...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  ESEQUIE ALLA LEONESSA
Il giorno che morì la principessa, o Leonessa, accorsero i dolenti a far al re quei mesti complimenti, che sono sul dolor buonamisura nei giorni di sciagura.
Fissato il luogo e il dì, volle il Leone che i suoi ministri attenti ...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  FILOMELA E PROGNE
Già fu un tempo che la Rondine la sua casa abbandonò, e la verde solitudine della selva ricercò, dove spiega dolce al vento l'Usignol il suo concento.
- Filomela, - così chiamasi l'Usignol in vecchio stile, - della tu...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  GIOVE E I FULMINI
Giove un dì dall'alto scanno, i peccati rimirando, che dagli uomini si fanno, - Fino a quando, - prese a dire, - questa razza soffrirò? D'altra gente riempire men noiosa il mondo io vo' -.
E a Mercurio: - Va'...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA



 
1
 2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21   Pag.succ» Ultima »»
Stai visualizzando la Pagina  1  su   24 pagine totali
  Torna alla Home
 
:: PRIVACY :: SCRIVICI ::
Il materiale contenuto nel presente sito www.FiabeBambini.it è di proprietà dei rispettivi autori. E' possibile richiedere la rimozione di testi o immagini scrivendo alla redazione di FiabeBambini.it. Eventuali video non sono contenuti sul nostro sito ma vengono linkati da siti esterni.