FAVOLE DI ESOPO

Raccolta delle favole di Esopo, il grande scrittore favolista greco, l'inventore della favola.



CHI ERA ESOPO?
Esòpo fu un favolista greco, originario della Frigia e vissuto nel VI sec. a.C.
Secondo la tradizione, iniziatore del genere letterario della favola: gli si attribuisce un corpus di circa 500 favole, che ci è giunto in diverse redazioni di epoca ellenistica.
Si tratta di piacevoli scene di vita, nelle quali introdusse spesso a parlare, oltre che uomini, anche animali e piante, e che in forma allegorica trattano temi cari alla morale popolare.
Furono largamente imitate poi nelle letterature classiche.
La sua vita fu circondata di leggende: sembra che fosse storpio e deforme e che sia stato condannato a morte (fu gettato dalla rupe lampea) per sacrilegio, poiché aveva deriso gli abitanti di Delfi che traevano auspici dal loro oracolo.

  Ci sono 102 favole di Esopo

  I DUE CANI
Un tale che aveva due cani ne addestrò uno alla caccia e allevò l'altro per guardia della casa.
Quando poi il primo, andando a caccia, prendeva della selvaggina, ne gettava una parte anche all'altro.
Allora il can ...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  I DUE SCARABEI
In un'isoletta pascolava un toro, e del suo sterco vivevano due scarabei.
Al sopraggiungere della cattiva stagione, uno di essi annunciò all'altro che intendeva volare sul continente; così lì ci sarebbe stato abbastan...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  I LADRI E IL GALLO
I ladri penetrarono in una casa, ma non ci trovarono altro che un gallo.
Lo presero e se ne andarono.
Quando fu lì per essere ammazzato, il gallo cominciò a pregare che lo risparmiassero, dicendo che egli era utile agli uomi...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  I LUPI E LE PECORE
I lupi, che facevano la posta a un gregge di pecore, non riuscivano ad impadronirsene a causa dei cani che lo sorvegliavano, e allora decisero di ricorrere all'astuzia per raggiungere il loro scopo.
Mandarono ambasciatori ...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  IL CAMMELLO BALLERINO
Un cammello, costretto dal suo padrone a ballare esclamò: -Ma se sono goffo persino quando cammino, altro che quando ballo!-.

La favola si può citare a proposito di qualsiasi atto di garbo....
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  IL CAMMELLO E ZEUS
Vedendo un toro tutto imbaldanzito per le sue corna, al cammello invidioso venne voglia d'averle anche lui.
Presentatosi dunque a Zeus, cominciò a supplicarlo che gli assegnasse un paio di corna.
Ma Zeus si sdegnò con l...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  IL CAMMELLO VISTO PER LA PRIMA VOLTA
Quando gli uomini videro per la prima volta il cammello, si spaventarono e, atterriti dalle sue dimensioni, si diedero alla fuga.
Ma quando, col passar del tempo, si resero conto della sua mansuetudine, trovarono il coraggio di...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  IL CANE E IL MACELLAIO
Un cane balzò dentro una macelleria e, mentre il macellaio era occupato, afferrò un cuore e se la diede a gambe.
Il macellaio si volse e, vedendolo fuggire, esclamò: -Ehi, galantuomo! Sta' pur certo che ti terrò d'oc...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  IL CANE E LA CONCHIGLIA
Un cane, abituato a ingollarsi delle uova, vide una conchiglia; convinto che fosse un uovo, spalancò la bocca e con un violento sforzo riuscì a mandarla giù.
Quando poi sentì il peso e i dolori di stomaco: -Ben mi sta-, disse -...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA

  IL CANE E LA LEPRE
Un cane da caccia che aveva catturato una lepre, un momento la mordeva e un momento le leccava il muso.
-Ehi, tu-, gli disse, sfinita, la lepre, -o smettila di mordermi o smettila di baciarmi, ch'io possa capire se sei per...
CONTINUA A LEGGERE LA FAVOLA



 
1
 2  3  4  5  6  7  8  9  10  11   Pag.succ» Ultima »»
Stai visualizzando la Pagina  1  su   11 pagine totali
  Torna alla Home
 
:: PRIVACY :: SCRIVICI ::
Il materiale contenuto nel presente sito www.FiabeBambini.it è di proprietà dei rispettivi autori. E' possibile richiedere la rimozione di testi o immagini scrivendo alla redazione di FiabeBambini.it. Eventuali video non sono contenuti sul nostro sito ma vengono linkati da siti esterni.